Home / Prestiti / Prestito d’Onore Studenti

Prestito d’Onore Studenti

Il prestito d’onore studenti è un tipo di finanziamento che viene concesso attraverso l’Università. Chiunque necessiti informazioni dettagliate su tale argomento dovrà quindi rivolgersi presso la segreteria della propria Università.

In segreteria sarà possibile poi ottenere non solo i moduli da compilare per effettuare la domanda ma sarà possibile leggere il regolamento completo e specifico del proprio ateneo.

 

Prestito-dOnore-Studenti-300x215

 

In via generale il prestito d’onore studenti viene concesso tramite una linea di credito che un istituto di credito mette a disposizione di uno studente per finanziare i suoi studi o delle spese ad essi relative. Possono richiedere i prestiti per studenti tutti coloro che risultano avere la residenza Italiana, anche se cittadini comunitari o extracomunitari.

Questo finanziamento può essere utilizzato per qualsiasi cosa che sia inerente alla propria formazione agli studi. Sarà quindi utilizzabile per finanziare le spese dei libri, le spese di un master, le spese del corso di laurea triennale, le spese del corso di laurea magistrale e le spese inerenti il vitto o l’alloggio per gli studenti che vivono fuori sede.

Cosa differenzia i classici personali dal prestito d’onore studenti? Innanzitutto i tassi di interesse applicati sono di molto inferiori a quelli attuali praticati nei normali finanziamenti. Inoltre il piano di ammortamento del prestito è di gran lunga maggiore dei normali prestiti personali ma soprattutto inizia con il termine degli studi.

La prima rata si dovrà pagare quindi solo e soltanto quando il percorso di studi sarà terminato e lo studente sarà laureato. Spesso è previsto anche un periodo di tempo di due anni chiamato periodo di grazia. Se nel prestito è presente questa opzione la prima rata del finanziamento potrà essere pagata sino a due anni dopo il conseguimento della laurea.

Ricordiamo infine che il prestito d’onore viene concesso soltanto agli studenti più meritevoli e le vie da percorrere possono essere tre: tramite la propria Università, tramite il Comune e tramite la Regione.