Home / Mutui / Mutui: Ridotte le Detrazioni sulla Prima Casa

Mutui: Ridotte le Detrazioni sulla Prima Casa

Brutte notizie per chi sta rimborsando un mutuo sulla prima casa. Fino ad oggi è stato possibile detrarre dall’Irpef il 19% su una somma massima di oneri pari a 4.000 euro. Facendo i calcoli parliamo quindi di un massimo di 760 euro.

Ovviamente le spese detraibili sono risultate inferiori in caso di oneri di importo minore. Inoltre, sempre sino ad oggi, è stato possibile detrarre il 19% anche del premio versato per un’assicurazione sulla vita, da calcolare su una somma massima pari a 1.291,14 euro.

 

Mutui-Ridotte-le-Detrazioni-sulla-Prima-Casa

 

La nuova misura governativa, tramite il disegno di legge di stabilità cambia drasticamente il tutto per coloro che possiedono un reddito annuo lordo non inferiore ai 15.000 euro. Il tetto massimo degli interessi passivi su cui calcolare il 19% scende dai 4mila ai 3mila euro. Di conseguenza l’importo massimo detraibile non sarà più di 760 euro ma di 570 euro. Parliamo di una differenza, sempre calcolando gli importi massimi consentiti, di 190 euro in meno all’anno.

I soggetti interessati, i mutuari, sono circa 3.200.000 dai quali però sono da escludere tutti coloro che hanno un reddito annuo lordo inferiore ai 15mila euro. Ma le regole non cambiano solo sui mutui bensì anche sulle assicurazioni. Il limite di cui abbiamo appena parlato, ossia quello dei 3.000 euro comprende anche tutte le ulteriori spese detraibili.

Chi ha quindi stipulato una polizza assicurativa sulla vita, quasi sempre affiancate ai mutui in fase contrattuale, non potrà più detrarre il 19%. Nel caso della polizza vita, con il vecchio regolamento era possibile usufruire di una detrazione massima, nel caso dei 1.291,14 euro, di 245 euro.

Parliamo quindi nel totale, tra mutuo ed assicurazione, di una perdita totale di 815 euro. Qualora il nuovo regolamento passasse in Parlamento l’effetto sarebbe retroattivo inquanto andrebbe già inserita nelle prossime dichiarazioni relativa ai redditi del 2012 ossia quelle da presentare a metà del 2013.