Home / Finanziamenti / I Finanziamenti Europei per le Nuove Attività

I Finanziamenti Europei per le Nuove Attività

Abbiamo già più volte parlato dei prestiti a fondo perduto. A questa categoria appartengono anche i finanziamenti europei. Ma di cosa si tratta? Stiamo parlando di alcuni fondi che saltuariamente, attraverso dei bandi, vengono messi a disposizione dall’Unione Europea nei confronti di coloro che intendono avviare una nuova attività imprenditoriale sul territorio Italiano.

In alcuni casi tali finanziamenti possono essere richiesti anche da coloro che possiedono già un’impresa ed intendono affrontare delle spese che consentiranno successivamente all’azienda di aumentare il numero dei propri dipendenti o permetteranno alla ditta di ammodernarsi.

 

I-Finanziamenti-Europei-per-le-Nuove-Attività-587x311

 

I finanziamenti europei possono essere richiesti quindi sia da coloro che intendono realizzare il proprio sogno di divenire imprenditori sia da coloro che possiedono già tale qualifica e vogliono ampliare la propria azienda. Purtroppo però tali fondi non sono illimitati e quindi di tutti i progetti presentati solo alcuni potranno essere accettati. Un’apposita commissione valuta ogni singolo progetto presentato e decide se approvare o meno la richiesta di finanziamento.

Perchè sono così ricercati? Come scritto sopra, i finanziamenti europei appartengono alla categoria dei prestiti a fondo perduto. Ciò significa che quando l’Unione Europea concede un finanziamento di questo tipo il beneficiario non dovrà rimborsare il denaro ottenuto come avviene nei classici prestiti personali. Potrebbe però accadere che la linea di credito sia parzialmente a fondo perduto, ossia solo una parte del denaro sarà donata mentre l’altra dovrà essere rimborsata ma a condizioni molto vantaggiose.

Quando si verifica quest’ultima situazione solitamente non vengono fatti pagare gli interessi passivi che di norma andrebbero a maturare sul capitale richiesto. Quando si richiede un finanziamento a fondo perduto per ottenere maggiori possibilità di successo nell’accettazione della propria richiesta è opportuno preparare un dettagliato piano di spesa che rappresenti minuziosamente tutte le spese che si andranno a sostenere per l’ampliamento di una ditta già esistente o per l’avviamento di una nuova impresa.

Col fine di favorire lo sviluppo in Italia dell’imprenditoria giovanile e dell’imprenditoria femminile sono avvantaggiati i richiedenti rappresentati da giovani e da donne o da società la cui maggioranza dei soci è composta da giovani o donne. I finanziamenti europei sono erogati per favorire lo sviluppo di nuove imprese sul territorio Italiano pertanto in alcune zone d’Italia è possibile che un’azienda che compie una certa mansione possa essere favorita rispetto ad un’altra.

Per verificare se al momento la Comunità Europea sta stanziando dei fondi è consigliabile consultare l’apposito sito web ufficiale. Ricordate infine che se siete interessati a questo tipo di prestito è possibile trovare la stessa soluzione economica presso alcuni enti locali quali la Regione e la Provincia. Anche questi enti, saltuariamente, presentano alcuni bandi per poter incentivare lo sviluppo di nuove imprese all’interno del loro territorio.