Home / Prestiti / Differenza tra Prestito Finalizzato e non finalizzato

Differenza tra Prestito Finalizzato e non finalizzato

Se occorre un finanziamento è possibile scegliere tra due diverse opzioni: il prestito finalizzato ed il prestito non finalizzato. In questa guida vedremo quali sono le principali differenze tra queste due linee di credito che comunque rientrano allo stesso modo tra i prestiti personali.

Differenza tra Prestito Finalizzato e non finalizzato

Prestito Finalizzato

E’ il finanziamento che può essere richiesto per comprare un determinato bene o per usufruire di un particolare tipo di servizio. L’istituto di credito, per erogarlo, ha bisogno dei soliti documenti quali uno d’identità, il codice fiscale ed uno reddituale oltre che ad un preventivo di spesa.

Può essere richiesto sia presso la propria banca di fiducia che, anche se non sempre, presso colui che offre il bene o il servizio che ci interessa.

Chiariamo con alcuni esempi, proprio come segnalato sul sito del Portale del Prestito (all’indirizzo portaledelprestito.it ): appartengono a queste linee di credito il prestito auto, il finanziamento moto ed il prestito per le spese dentistiche. In questi tre casi abbiamo due beni (l’auto e la moto) ed un servizio (le spese dentistiche) da acquistare. E’ possibile richiedere uno di questi finanziamenti presso la propria banca di fiducia, come quello per le spese dentistiche e gli altri due sia presso un istituto di credito che presso la concessionaria che si occupa della vendita di auto e moto. Acquistando un’auto o una moto dal concessionario si potrà richiedere un finanziamento il quale potrà essere erogato dalla concessionaria stessa, a patto che il brand che gestisce si occupi anche di un ramo finanziario. In alternativa la concessionaria di automobili o di motociclette si preoccuperà di fare solo da tramite tra il cliente ed una delle tante società finanziarie come la Agos, la Compass, la Prestitempo o la Findomestic.

 

Prestito Non Finalizzato

E’ il classico finanziamento dove il cliente necessita di liquidità e non vuole dare nessuna spiegazione alla banca. Può essere richiesto dal soggetto privato ed utilizzato quindi per qualsiasi scopo. I documenti necessari saranno quindi un documento d’identità, il codice fiscale ed un documento reddituale. Questa volta non sarà necessario un preventivo di spesa. Tutte le banche e gli istituti di credito hanno un prestito personale di questo tipo, tra le maggiori ricordiamo la Banca Unicredit, BNL, Banca Intesa e Ing Direct con il suo Prestito Arancio.

Per ottenere con velocità un prestito non finalizzato si consiglia di richiederlo mediante la cessione del quinto. E’ un finanziamento richiedibile solo dai lavoratori dipendenti e dai pensionati dove la quota da pagare ogni mese, cioè la rata mensile, viene pagata dal datore di lavoro o dall’ente che gestisce la pensione. Tale importo verrà infatti detratto dalla busta paga o dal cedolino della pensione. Con la cessione del quinto ottenere un prestito diventa davvero molto semplice anche nei casi finanziari più critici come quelli inerenti ai cattivi pagatori ed ai protestati.